L' artista

OROFINO MARIO

Vive e lavora in via Ravanusa, 20 S.Giovanni la Punta(CT) ritratto

Mario Orofino è nato a Catania nel 1953. Pittore autodidatta, ha partecipato a numerose mostre in Italia e all'estero aggiudicandosi premi e riconoscimenti da parte del pubblico e della critica. Moltissimi sono i primi premi ottenuti in diverse manifestazioni sia in extempore che in opere da studio. Ha allestito mostre personali con successo e ha eseguito diversi "Murales" commissionati da Enti Pubblici e privati. Opera anche nel campo della ceramica ed è compositore di musica. I suoi quadri si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all'estero. Il leit-motiv della pittura di Mario Orofino è la raffigurazione della natura, intesa nella più ampia accezione del termine e colta in una poliedrica varietà di gamme espressive. Se nonchè il dato reale nel passaggio sulla tela perde i suoi confini materiali, i limiti terrestri per sciogliersi in nostalgia, in reminescenza, in figurazione onirica, assumendo una valenza atemporale e metafisica. I colori tendenti allo sfumato più che al corposo, le linee che trapassano da un piano ad un altro senza brusche interruzione, la luce soffusa che illumina le superfici in modo tenue adagiandovisi piuttosto che sovrapponendosi ad esse, sta a confermare quanto detto: l'artista opera una magnifica trasfigurazione della realtà interiorizzandola e restituendola agli spettatori purificata da questa " immersione" dell'anima.

Prof. Ugo Pupillo

" Per Mario Orofino l'arte è bellezza da trasfondere con gioia esaltante in contrappunto alle angosce del nostro tempo. Arte che diviene sempre più sapiente mentre riduce i mezzi espressivi ai più elementari per esigenza di semplificazione poetica. Quando dipinge i paesaggi della sua terra, le piazze di paese, le barche sulla riva o le splendide marine di Sicilia, Mario Orofino con la sua pittura rispecchia oltre che una visione, propria di una mistica pittorica, anche il fascino e la poesia più viva e più tenera di tutto un ambiente. La ricchezza delicata dei colori, la luce sempre rilevante negli sfondi di natura fanno delle sue opere, una profonda espressione di un'arte genuina e lirica insieme".

Giuseppe Astone